arrow-down-01arrowscalendarcheck-iconclockclose-iconconnexionemailexcel-iconfacebookforward-iconglobelinkedinmagnifieropen-bookquestion-markshopping-bagtweeterwrite-icondeconnexion

Raccolte 273 biciclette per l’Africa

Activity

GRANDE SUCCESSO PER L’INIZIATIVA DEL LC LOCARNO

Aspettare che il virus passi! Proprio quello che non nessuno di noi vuole fare. La vita associativa dei nostri Club è strangolata dalla forzata inattività e le relazioni sociali ne soffrono. I membri del LC Locarno si sono quindi adoperati a ricercare un’attività motivante per rinsaldare le fila: l’ispirazione è venuta, udite, udite, proprio dalla rivista… LION! In uno degli ultimi numeri infatti si leggeva la propaganda per Velafrica.

Velafrica (www.velafrica.ch) è un’associazione che raccoglie o accetta la raccolta di biciclette, che vengono poi spedite a Berna e riparate. Una volta nuovamente funzionanti, partono in un container alla volta di varie regioni dell’Africa, per vivere una seconda vita. A tutt’oggi l’organizzazione ha potuto spedire in quel continente più di 250 000 bici. In Tanzania, Madagascar, Burkina Faso, Costa d’Avorio, Gambia e Ghana è stato così possibile promuovere la velomobilità, ma anche creare posti di lavoro e formazione.

Un presidente ciclista

Il presidente del LC Locarno, un appassionato ciclista di successo, è stato facilmente convinto della bontà di questa iniziativa. Così il 13 e 14 novembre 2020 i membri del Club, nel rispetto delle normative vigenti, si sono scatenati a bordo di capaci camioncini, percorrendo tutto il Ticino, per ritirare i velocipedi che gli aderenti all’iniziativa avevano preparato. La propaganda è stata capillare e ha sfruttato attività di direct marketing, i social media e anche i quotidiani. Molte persone hanno ceduto volentieri la loro vecchia cara bici, alla quale erano affezionati e che non volevano finisse i propri giorni in una discarica. Bella quindi l’occasione di fornire all’apprezzato mezzo di trasporto una nuova occasione di brillare.

Bastoni fra le ruote?

Lo spirito che deve animare noi Lions è sempre il «we serve» e se il coronavirus ci mette i bastoni fra le ruote, dobbiamo riuscire a essere progettuali e propositivi lo stesso, trovando soluzioni alternative che si adattino alle contingenze. Buone azioni Corona a tutti i Club del distretto.

Filippo Simona

Raggiungere 10 500 persone con la Rivista Lion

I membri dei Lions Clubs della Svizzera e del Liechtenstein sono molto attivi nella vita pubblica ed occupano delle posizioni dirigenziali, sia negli ambienti economici che istituzionali.

Il vostro contatto:

Kappelenweg 17A · 5430 Wettingen · Tel. 056 535 84 08 · Cel. 078 843 45 19 · info@abasan.ch