arrow-down-01arrowscalendarcheck-iconclockclose-iconconnexionemailexcel-iconfacebookforward-iconglobelinkedinmagnifieropen-bookquestion-markshopping-bagtweeterwrite-icondeconnexion

Guidare le persone ipovedenti

National

La nuova applicazione per smartphone «Intros» è nata per semplificare loro la vita ed è stata presentata a Berna il 15 ottobre, in occasione della Giornata del bastone bianco.

Non è facile per una persona ipovedente sapere se salirà sull’autobus giusto e troverà la porta d’accesso. La nuova applicazione per smartphone «Intros» è nata per semplificare loro la vita ed è stata presentata a Berna il 15 ottobre, in occasione della Giornata del bastone bianco. Sviluppata in collaborazione con la Federazione svizzera dei ciechi e deboli di vista (FSA-SBV), è finanziata per 70 000 franchi dal MD 102, su un totale di 142 000 franchi.

A Zugo e Basilea Campagna

La fase di test si svolge attualmente a Zugo e Basilea Campagna. Questa nuova applicazione è stata sviluppata da Trapeze Group Deutschland GmbH, in collaborazione con Luciano Butera, responsabile dell’innovazione e della tecnologia presso la FSA, unitamente al primo Vice-Governatore Carlos Rieder. In comunicazione diretta con il computer di bordo dell’autobus, l’app permette alle persone ipovedenti che viaggiano da sole di sapere quale autobus sta arrivando. Se si tratta della linea desiderata, è sufficiente dare un comando vocale per innescare l’apertura delle porte. Lo stesso dicasi al termine della corsa e per scendere dall’autobus, una volta giunti alla destinazione prevista. A lungo termine, questa applicazione potrà essere utile anche per altri utenti del trasporto pubblico.

Stefano Bosia