arrow-down-01arrowscalendarcheck-iconclockclose-iconconnexionemailexcel-iconfacebookforward-iconglobelinkedinmagnifieropen-bookquestion-markshopping-bagtweeterwrite-icondeconnexion

Quarantena e solitudine

Activity

Si è parlato e si parla molto delle conseguenze legate alla pandemia del COVID-19 che ci ha costretti tutti in casa con un lockdown mai visto prima. Una situazione che forse all’inizio è potuta sembrare una sorta di vacanza, ma che si è presto tramutata in una preoccupazione crescente, capace di minare le solide fondamenta di molti di noi.

In questa rivista ci siamo dedicati in più di un’occasione alle attività destinate ai soci più anziani e alla necessità di mantenere legate le diverse generazioni all’interno dei nostri club. Abbiamo riportato e segnalato le soluzioni trovate da alcuni club, come per esempio il bell’esempio dello stammtisch del LC Lugano. Con la chiusura di tutte le attività e in particolare dei ristoranti, ancora chiusi nel momento in cui questo articolo viene redatto, la tecnologia è venuta in soccorso per mantenere i contatti costanti e garantire una forma di vicinanza. Ma la tecnologia da sola non basta. Fondamentale diventa riuscire a creare gruppo e in un certo senso a garantirne un’animazione costante. Un esercizio ben riuscito ancora una volta dal gruppo dello stammtisch.

Whats App abbatte la solitudine

Il gruppo Whats App «LCL Stammtisch» nasce come al solito sotto l’impulso di Giorgio Foppa il 29 ottobre 2019. Diversi mesi prima di questa pandemia. L’intenzione dichiarata era quella di «fruire di uno strumento con cui raggiungere i partecipanti più attivi, naturalmente muniti di un dispositivo mobile e dell’app», scrive Giorgio Foppa nel primissimo post nel gruppo. Gruppo che comprende soci anche di altri club. È del 23 febbraio il primo messaggio in cui si fa riferimento al COVID-19. Il post è di Stelio Pesciallo che pubblica l’articolo di businessinsider.com, in cui Gordon Chang accusa: «Il governo cinese ha trasformato un virus in un’epidemia epocale.»

Il 9 marzo con un messaggio si comunica che la serietà del momento impone la sospensione delle riunioni… almeno fino a Pasqua… Da allora il gruppo è rimasto molto attivo, propositivo e positivo, anche grazie all’aiuto di Lulo Tognola, del LC Lugano, che giornalmente ha regalato una delle sue incredibili vignette (in foto).

Il gruppo conta 25 partecipanti e dalla sua creazione ha visto la condivisione, oltre che di messaggi, anche di 352 foto e 190 video (dati al 5.5.2020) … tra cui figurano naturalmente anche le vignette di Lulo.

Un sorriso contro la crisi, una risata in quarantena: sono tantissimi i disegni che i caricaturisti svizzeri stanno producendo sul coronavirus. Le vignette di Lulo, sono pubblicate anche sul profilo Facebook del giornalista Alessandro Tini della RSI. Insieme probabilmente le raccoglieranno in una pubblicazione che verrà messa in vendita e il cui ricavato sarà devoluto alla catena della solidarietà.

Stefano Bosia (in foto alcune delle vignette create da Lulo Tognola)